Spoleto, la giunta incontra le frazioni

Il sindaco Cardarelli: "Conoscere le problematiche ci servirà per stabilire le priorità e decidere quali e quanti interventi realizzare"

Palazzo comunale

“Negli incontri fatti durante la campagna elettorale avevamo garantito che, se eletti, non saremmo certo scomparsi: quello che stiamo facendo oggi non è altro che il proseguo di quello che avevamo inizialmente promesso, anche perché non riteniamo serio farsi vivi con i cittadini ogni cinque anni e sempre a ridosso delle scadenze elettorali”. Così il sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli, commenta gli incontri nelle frazioni che sta promuovendo la sua giunta. L'obiettivo – spiegano dall'amministrazione – è conoscere nel dettaglio le esigenze dei diversi territori attraverso un confronto continuo con i cittadini. “È necessario – spiega al riguardo il primo cittadino - avere un contatto costante con le persone se si vuole avere un quadro chiaro e aggiornato degli interventi da mettere in campo. Qualcuno – prosegue - ha stigmatizzato l'assenza di un assessore con delega alla partecipazione, ma per organizzare questo tipo di incontri, in una realtà come la nostra, non serve assegnare una delega. Riteniamo più utile – sottolinea - essere presenti come giunta al completo, ascoltare quello che i nostri concittadini hanno da dirci e, conseguentemente, rimboccarci le maniche per affrontare e risolvere i problemi”. Da Ocenelli a Valle San Martino, da San Giacomo a Strettura, passando per Eggi, San Brizio, Monte Martano, Terzo La Pieve, Pompagnano e San Giacomo, sono molte le frazioni già incontrate tra la fine del 2014 e le prime settimane del 2015. Il prossimo incontro, ancora da definire, sarà con gli abitanti di Bazzano Inferiore. Diversi gli argomenti trattati nel corso degli incontri: dalla sistemazione di alcune aree verdi, alla necessità di migliorare il sistema viario in alcune frazioni; dal potenziamento del sistema di illuminazione in alcuni tratti stradali, fino alla sistemazione di aree che hanno un valore storico e artistico. “Il nostro intento – aggiunge il sindaco Cardarelli - non è di andare in giro per le frazioni a fare facili promesse, perché abbiamo il dovere anche di far conoscere il momento di difficoltà che comuni come il nostro si trovano ad affrontare. E questi incontri – conclude – servono per fissare le priorità e decidere quanti e quali interventi realizzare e in che tempi”.

Logo rgu.jpg

di Redazione

Aggiungi un commento